Mag 13

Bambini e famiglie: una giornata indimenticabile

Non bastasse vedere tutti quei meravigliosi cavalli americani eseguire esercizi incredibili e velocissimi… Non bastasse vivere una giornata circondati da cowboys vestiti di tutto punto, pronti a dimostrare le abilità naturali di questi formidabili animali nel controllo delle mandrie e le proprie nell’uso del revolver… Non bastasse l’eco dei saloon, trasportato dalle note coinvolgenti del miglior country sound… Al Salone del Cavallo Americano l’atmosfera del vecchio West avvolge un padiglione dopo l’altro, e per bimbi e famiglie c’è molto di più.

Cominciamo con il villaggio indiano di Tatanka (nel padiglione 3): un tuffo nell’epopea dell’Old Wild West con… animazione. Il portale d’ingresso è dominato da due veri teschi con corna stile canyon e poi ecco i tepee – le tende indiane: come negarsi un selfie al loro interno? – le statue raffiguranti i nativi, le sagome di indiani e cowboys dove infilare la testa per una divertente foto ricordo, le pelli di bisonte, il trespolo del bivacco che regge il pentolone dei fagioli e molto altro.

E poi, naturalmente, Baby West: lo spazio dedicato ai giochi, dove i bambini troveranno ad attenderli, fra l’altro, il divertente “pollo-canestro” e la zona del tiro con l’arco (a ventosa…).

E parlando di tiro, chi tra gli appassionati di film e letteratura western non vorrebbe provare a sparare con la mitica Colt Peacemaker? Ebbene, domenica mattina al Salone di Cremona tutti ne avranno l’opportunità. Presso l’Indian Village sarà allestito un corner con bersagli fissati su divertenti sagome che rappresentano coloriti personaggi, i fuorilegge del vecchio West: le stesse utilizzate per la nuovissima e spettacolare disciplina del Cowboy Shooting, il cui esordio ufficiale in campo gara avverrà proprio il 26 maggio durante l’ultima giornata di fiera. Grazie agli organizzatori della dimostrazione tutti potranno cimentarsi in una prova di tiro, maneggiando in sicurezza una perfetta replica della famosa Colt che però funziona tramite bombolette di Co2 e spara – con una potenza limitata ma con buona precisione – pallini in plastica biodegradabile.

Nel padiglione 4 torna un assoluto beniamino dei bambini, l’indiano Takahoma, artista di Gardaland e animatore di grande esperienza che di fronte al suo teepee intrattiene i più piccoli con incredibili giochi, la sua abilità con il lazo e le danze pellerossa.

Gironzolare per la fiera, magari tra le splendide auto e moto americane d’epoca in esposizione nella giornata di domenica – veri miti della vita on the road – acquistare divertente oggettistica e abbigliamento country, tifare a squarciagola il cavallo che ci piace di più, certamente fa venir fame e sete. E altrettanto certamente il Salone del Cavallo Americano è pronto per ogni esigenza dei suoi visitatori con un self service dal menù particolarmente curato, la pizzeria, due bar, due gelaterie, tre banchi street-food e un ottimo birrificio artigianale, oltre a molti stand commerciali che offrono degustazione di vini e stuzzichini.

Fai una domanda

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *