Mag 09

ALESSANDRO SILVESTRI
Presidente Fitetrec-Ante
Replica diretta del 9 maggio

Avvocato di professione e Presidente per vocazione, come dice lui stesso, guida la Federazione Italiana Turismo Equestre e Trec Ante fin dal 2012. Negli anni precedenti aveva fatto lo stesso per il Comitato Regionale Lazio, seguito e supportato dai molti e attivissimi “antini laziali”. Passato alla guida della Federazione nazionale ha rilanciato, oltre al Turismo Equestre, diverse discipline tra cui il Trec, la Monta da Lavoro e le specialità della Monta Western. Da sempre predilige i fatti alle parole, e anche in questo periodo di emergenza globale ha lavorato dietro le quinte del lockdown per rimanere al fianco dei tesserati e dei gestori di Centri federali. Alessandro Silvestri sarà presente alla prima edizione di Salone del Cavallo Online in diretta, nella sezione EVENTI, sabato 9 maggio, alle ore 15: con molte novità e lieto di rispondere ai vostri quesiti, che potete postare qui sotto.


2 Domande

  1. Renata
    28 Aprile 2020 at 19:10 ·

    Buona sera Presidente,
    sono tesserata presso un maneggio in montagna, e le domande che tutti si pongono sono:
    Le passeggiate a cavallo all’aria aperta come verranno gestite?
    Gli allenamenti saranno in gruppi ? di quante persone? O singoli?
    Ci sarà la possibilità di fare delle gare?
    Come faremo senza le tappe regionali a partecipare ai campionati Italiani?
    Gli eventi fuori regione si potranno fare?
    Si possono fare degli stage? se si con quante persone?

  2. Fabio
    30 Aprile 2020 at 08:19 ·

    Buongiorno presidente; e complimenti per questa iniziativa.
    Volevo chiederle se, in merito al tema sicurezza, non fosse il caso di prevedere assicurazioni più performanti legate al tesseramento degli atleti del comparto dilettantistico (che sono anche i più numerosi), soprattutto per gli adulti.
    40 giorni di gesso, 30 giorni di cure riabilitative per frattura scomposta di radio e ulna ( il tutto perfettamente documentato) non sono state sufficienti a produrre neanche una minima diaria o risarcimento.
    Credo che per un adulto con problemi familiari e di lavoro sarebbe necessario rivedere la formula dei risarcimenti, non so se ha avuto altre segnalazioni in questa direzione.
    La ringrazio e le auguro buon lavoro.