Cremona Fiere - 25/27 Maggio 2018

 

Cremona Fiere

25/27 maggio

 

Orari di apertura

Venerdì 09.00 - 23.00
Sabato 09.00 - 23.00
Domenica 09.00 -19.00

 

Biglietti

Intero 18,00€
Ridotto 15,00€
Weekend Pass 35,00€

FIERA DEL CAVALLO AMERICANO E DELLA CULTURA WESTERN

Tre giornate dedicate a tutti gli sport equestri e al lifestyle Made in USA, con un palinsesto vario e altamente qualitativo attualmente senza eguali in Europa.

Acquista Subito biglietti online


Un’interessante novità è costituita, per questa edizione della Fiera, dall’attiva presenza del gruppo di mascalcia “Forza un po’!”: un pool di giovani professionisti dell’incudine legatissimi ai metodi della mascalcia italiana e decisamente controcorrente nel dilagare esterofilo che anche in questo mondo, come in molti altri, sta scordando le nostre grandi tradizioni.

Questi nove ragazzi tutti sotto i trent’anni, infatti, sono orgogliosi ex allievi della Scuola di Mascalcia del Centro Militare Veterinario di Grosseto. Hanno frequentato il Corso di Mascalcia per Allievi Maniscalchi Civili, che dura dieci mesi, è a numero chiuso con test di ammissione (max dieci allievi all’anno), e mira a formare i maniscalchi fin dalle basi del mestiere, insegnando - unico al mondo - la forgiatura a mazza e martello e la ferratura italiane: tecniche molto difficili ma allo stesso tempo molto formative.


Il gruppo è guidato da Nazar Dzenzel, Giacomo Ros (maniscalchi) e Barbara de Vivo, laureata in Scienze e Tecniche Equine presso l’Università di Parma e in Lettere Antiche presso quella di Pisa; Barbara ha in qualche modo unito i due rami così diversi della sua formazione nella passione per la mascalcia italiana e la sua grande storia, della quale è una vera esperta, ed è talmente legata alla Scuola di Grosseto, dove ha frequentato corsi di podologia, mascalcia, forgiatura e ferratura diventando podologa e aiuto maniscalco, da essersi tatuata il cancello d’ingresso: «Ci sentiamo custodi di questo tesoro che è il metodo di forgiatura e ferratura all’italiana, e ci battiamo perché i giovani maniscalchi formati secondo questa grande tradizione possano farsi strada in un mondo, quello della mascalcia, ancora troppo organizzato come una casta».

Il ragazzo prodigio del gruppo è Giacomo Ros, un vero talento: ha solo ventidue anni ed è già campione in gare di forgiatura in stile anglosassone. Dopo il 31° corso a Grosseto, frequentato a soli diciotto anni, ha proseguito la sua formazione anche all’estero, lavorando con i maggiori esponenti della mascalcia europea come il francese Laurent Nizou, con il quale collabora da due anni. Giacomo partecipa spessissimo a gare nazionali e internazionali di ferratura e forgiatura, andando sempre a podio: ultimo importante risultato la vittoria nella sua categoria della prestigiosa Werkman Spring Games 2017, in Olanda. 

Anche Nazar può vantare titoli in competizioni di prestigio, ed è l’unico tra i giovani maniscalchi che è riuscito a portare avanti il metodo italiano anche dopo la scuola. Ciò gli ha fatto guadagnare, fra l’altro, due podî per due anni consecutivi alla gara “Fra l’Incudine e il Martello”, in cui era ammesso utilizzare anche questo sistema. 

 

Il gruppo, rarità tra le rarità, comprende anche tre ragazze: oltre a Barbara, che è aiuto maniscalco, ci sono due “lady farrier” con tutte le carte in regola: Maya Moretti e Debora Bonifacci. Maya ha sempre amato i lavori manuali e si è appassionata alla mascalcia con i cavalli del piccolo agriturismo di famiglia, in Umbria. Aveva solo diciotto anni quando è stata accettata alla Scuola di Grosseto. Debora invece racconta: «Ho fatto il test a Grosseto per passione, ma ero sicura che non mi avrebbero mai ammessa: non avevo mai visto una donna maniscalco, non sapevo nemmeno se ce ne fossero in Italia o nel mondo. Solo più tardi, frequentando i corsi, ho capito che avevo la possibilità di fare della mia passione il mio lavoro».


 

I ragazzi di “Forza un po’” (di cui fanno parte anche Ivan Paiano, Federico Maccarini, Adan Leao Roche e Carmelo Santalucia) in Fiera faranno tante cose: dimostrazioni commentate e spiegate di ferratura e forgiatura con l’amato metodo italiano; sessioni finalizzate a illustrare ai bambini il mestiere del maniscalco e a togliere loro tutte le curiosità sulle “scarpe dei cavalli”; dimostrazioni di mascalcia “col fiocco rosa”e interazione delle ragazze maniscalco con il pubblico per far capire come un mestiere apparentemente tanto faticoso non sia però necessariamente lavoro da uomo. 

 

Sabato 26 nel pomeriggio e domenica 27 alla mattina Giacomo Ros terrà poi uno stage di forgiatura rivolto ai professionisti e a numero chiuso: prevede un massimo di sei maniscalchi a turno. Il costo è di soli 35 euro che daranno anche diritto all’ingresso in Fiera per tutte e tre le giornate. Adattandosi al livello tecnico di ogni partecipante, Giacomo spiegherà, dimostrerà e infine seguirà gli stagisti nella realizzazione di sliders, ferri anteriori anglosassoni, ferri chiusi (pianella), e ferri posteriori all’italiana, e parlerà di quanto conti il “colpo d’occhio” per realizzare ferri adeguati allo zoccolo di ogni cavallo. Info e prenotazioni: Barbara de Vivo, 348 5642696.

 

 

Media Partners

 

NrhaReiner Cavallo Megazine 1 1
 3 4
4  5
 6 9
 
 12 10
   
 
15
   
 13
8
  14 11
          
 
            
Privacy Policy